who am I?

La mia foto
Superabile in molti campi e per molti versi. Super Abile perchè quando mi ci metto pure io combino qualcosa di sfizioso

sabato 22 dicembre 2012

Le immagini della fantasia

Questo mese di dicembre sono stata veramente imperdonabile ma questo natale homemade mi sta costando un sacco di tempo e fatica (stima massima per i cioccolatai -che non userò più come insulto- perchè fare i cioccolatini in casa e semplice ma non semplicissimo).
Non ho saputo resistere dal partecipare ad una mostra cui ormai -anche se me la spostano sempre più lontano- sono molto affezionata.
A Sàrmede in provincia di Treviso (bellissima località a prescindere) quest'anno trova posto 'Le immagini della fantasia' rassegna internazionale di illustrazione per l'infanzia.
Quest'anno si parlava di immagini e storie dalla Russia, tema che adoro sia per le tematiche sia per l'atmosfera da sogno con luce soffusa.






Mi son innamorata di una fiaba russa così semplice che la ripeterò senza nemmeno leggerla: 'Il soldato, la betulla e i tre falchi'... però non penso sapremo rinunciare a queste bellissime illustrazioni conenute ne 'Il bosco di Baba Jaga' di Dal Cin supportato da ben 9 illustratori.


Il soldato, la betulla e i tre falchi
C’era una volta un soldato che stava tornando a casa dopo tanto tempo, e per la strada incontrò un diavolo.
“Fermo, soldato! – gli ordinò – Dove vai?”.
“A casa” rispose il soldato.
“E cosa ci vai a fare? Non hai né moglie, né figli. Vieni a lavorare con me, piuttosto! Vedrai, ti ricompenserò con generosità”.
“E in cosa consiste il lavoro?”.
“È una cosa facile facile: devo andare al di là del mare blu per le nozze di mia figlia, ma qui ho tre falchi. Guardameli fino al mio ritorno, e ti ricompenserò”.
Il soldato pensò: ‘Senza soldi la vita è dura. E seppure da un diavolo, almeno qualche cosa ci guadagnerò’ e così acconsentì.
Il diavolo lo condusse nel suo meraviglioso palazzo incastonato di pietre preziose, poi partì in fretta per andare al di là del mare blu.
Il soldato, curioso, non faceva che andare avanti e indietro per tutte quelle stanze piene di ori e velluti, ma alla fine si annoiò e scese in giardino. E lì, mentre passeggiava, una betulla gli parlò: “Soldato, ti prego, vai al villaggio e chiedi al parroco di consegnarti quello che ha sognato stanotte”.
Il soldato andò, il parroco prese un libro e glielo consegnò.
“Grazie soldato – gli disse poi la betulla del giardino – Ora leggi!”.
Iniziò così a leggere il libro.
Lesse per una notte e, dalla betulla, uscì una meravigliosa fanciulla, fino al petto.
Lesse una seconda notte e, dalla betulla, uscì una meravigliosa fanciulla, fino alla cintura.
Lesse una terza notte e, dalla betulla, uscì una meravigliosa fanciulla, completamente.
La ragazza lo baciò, e gli disse: “Sono la figlia di uno zar, mi ha rapita il diavolo e mi ha trasformata in betulla. I tre falchi sono i miei fratelli: volevano liberarmi, ma sono caduti in trappola anche loro!”.
Non appena la principessa ebbe pronunciato queste parole, arrivarono in volo i tre falchi, si gettarono sulla terra umida e ritornarono subito tre bei giovani.
Allora si prepararono e ritornarono nel loro regno accompagnati dal soldato. Lo zar e la zarina non stavano più in sé dalla felicità, ricompensarono il soldato e acconsentirono alla sua richiesta di nozze con loro figlia.
Così il soldato e la principessa si sposarono, e da allora vissero per sempre felici e contenti.


Come sempre il momento più tragico è stato al banco dei souvenir dove io e la ziaIa mentre la santa donna di  NonnaMimi teneva e tratteneva il Bagigio.
Abbiamo portato a casa due bei libri dal messaggio importante:
'Nicola passaguai' di Willis e Ross


'Marilena la balena' di Calì e Bougaeva



Purtroppo non ho trovato perchè esaurito 'L'autobus di Rosa Parks' di Silei e Quarello ma sono sicura riuscirò a trovarlo in qualche modo ;P


E' una mostra itinerante quindi magari guardandosi attorno con attenzione può capitare molto vicino alle vostre case.

martedì 4 dicembre 2012

Custodia lettore e-book Kindle

Come vi ho già riferito ho ceduto alla tentazione di comprarmi un lettore ebook e sono caduta sulla nota marco Kindle offerta da Amazon.
Ho comprato il modello base e sono rimasta sconvolta nell'apprendere che una custodia costa praticamente 10 euro meno del lettore in sé.
Ho quindi iniziato la disperata ricerca di un tutorial per autoprodurmelo e cono incappata in questo delizioso sito pieno di spunti: Chico and Jo mi hanno offerto un progetto perfetto per soddisfare questa mia necessità!
Esistono due diverse versioni di custodia, io ho scelto quella con l'elastico sui quattro angoli perché il mio modello ha i pulsanti in basso ma se il vostro non si addice potete scegliere l'altra opzione a tasca.
Con lo stesso principio si può anche costruire una custodia per tablet (trovate sempre sullo stesso sito un tutorial adatto) o per qualsiasi device voi abbiate.


OCCORRENTE
1 scampolo di stoffa (perfetto il cotone, io ho scelto questo che avanzava dalle nuove fodere dei cuscini del divano) da 17 x 20 cm chiamiamolo d'ora in poi per comodità A
1 scampolo di stoffa da 17 x 38 cm chiamiamolo d'ora in poi per comodità B
1 scampolo di stoffa da 17 x 58 cm chiamiamolo d'ora in poi per comodità C
1 elastico (io ho riciclato le spalline di un reggiseno dismesso) lungo 18 cm e alto 1.5 cm
4 elastici lunghi 8 cm e alti 1.5 cm
1 pezzo di cartone resistente o truciolare leggero da 19 x 13.5 cm numeratelo 1
2 pezzo di cartone resistente o truciolare leggero da 2 x 13.5 cm numerateli 2 e 4
1 pezzo di cartone resistente o truciolare leggero da 19.5  x 13.5 cm numeratelo 3
1 pezzo di cartone resistente o truciolare leggero da 10 x 13.5 cm numeratelo 5

CONFEZIONAMENTO
Posizionate i 4 elastici ai quattro angoli sul dritto del pezzo di stoffa A, appuntateli con degli spilli avendo cura di controllare che sporgano leggermente dal bordo del tessuto.
Cucite i lati corti degli elastici mantenendovi il più vicino possibile al bordo della stoffa e cercando una certa simmetria.


Prendere il pezzo di stoffa B e -dritto contro dritto- cucire sul lato corto 'imprigionando' all'interno della cucitura due degli elastici precedentemente fissati.



Prendere il pezzo di stoffa C e -dritto contro dritto- cucire il lato corto con il lato corto libero di A.


Assicurate con degli spilli il pezzo si elastico lungo all'incirca a 6.5 cm dal bordo inferiore di C sul diritto.
Cucite i due lati lunghi di A+B e C incorporando l'elastico lungo che sporgerà leggermente e lasciando aperto il lavoro sul quarto lato.
Rifilate l'elastico in eccesso ed eventuale stoffa in avanzo.
Rivoltate la stoffa per portare all'esterno il diritto.
Ora vi troverete da un lato un lungo pezzo di stoffa con un'elastico in basso e dall'altro due pezzi cuciti insieme il cui più piccolo ha 4 elastici agli angoli.


Inserite sino in fondo nella sacca che avete ottenuto il cartone numero 1 e posizionare il lettore e-book per controllare se le dimensioni vi soddisfano; io ad esempio ho deciso di ridurre le dimensioni leggermente tagliando mezzo cm per parte il cartone e ricucendo il tutto per rendere la custodia leggermente più stretch.
Cucite a monte del pezzo di cartone tenendo ben teso il tessuto e mantenendosi il più vicino possibile al bordo di esso di modo da far cadere la cucitura in stretta prossimità dell'unione tra A e B (cosa che io non son riuscita a fare!).
Inserire il pezzo numero 2 e cucire a monte.
Inserire il pezzo numero 3 e cucire a monte.
Inserire il pezzo numero 4 e cucire a monte.
Inserire il pezzo numero 5 e cucire con punto a scomparsa la stoffa eccedente eventualmente eliminandone una parte.


TRUCCHI MADE IN MAMMASUPERABILE

  • Smussate gli angoli del cartone arrotondandoli con taglierino o forbici, il posizionamento sarà più semplice e il risultato finale sarà meno 'spigoloso'.
  • Quando cucite insieme il pezzo il pezzo di stoffa grande con gli altri due cercate di far si che il risvolto di tessuto eccedente che unisce A e B sia rivolto verso A... quando infilerete il primo cartone non troverete ostacoli!
  • Se i pezzi di cartone hanno difficoltà ad entrare rifilateli ulteriormente con un taglierino affilato, le misure sono leggermente abbondanti.


Ottima idea anche per un regalo di Natale ;-)




giovedì 29 novembre 2012

Strani calcoli e credenze

Proprio ieri sera mia nonna mi ha deliziato con un'altra delle credenze popolari che andavano per la maggiore ai tempi in cui lei era giovinastra.
Secondo quest'antica 'regola' l'altezza di una persona adulta si predice raddoppiando l'altezza che si ha a 2 anni.
Bagigio è alto 93 cm e quindi da adulto sarà 1,86 m cosa assai plausibile essendo noi genitori alti 1,82 e 1,84 e avendo parenti stretti oltre l'1,90.
Solo il tempo saprà darle ragione o meno.
Chissà quante sono le credenze in giro per l'italia e per il mondo che accompagnano la crescita dei nostri cuccioli?!?

lunedì 26 novembre 2012

Fàmose 2 risate

Due risate, due storielle una mia personale e una giratami da mia madre.
E' lunedì per tutti...

Ieri alla mega fiera di paese.
"Signora che taglia sono questi vestitini?"
"Taglia unica... ma per chi sono?"
"Sono per lei non per me" riferendomi a mia cognata.
"Ah, bhe. Ma lei è magra!"
"Per chè invece io ?!?!? -.-"

C'era una volta... e forse c'è ancora...
Stavo passeggiando con mia figlia di 4 anni, quando lei ha raccolto un oggetto per terra e stava per metterlo in bocca.Io gliel'ho tolto e le ho detto di non farlo più."Perché?" mi ha chiesto."Perché era per terra e non sappiamo dove sia stato prima.E' sporco e probabilmente pieno di germi" le ho risposto.Mia figlia, allora, mi ha guardata con ammirazione e mi ha chiesto:"Mamma, come fai a sapere tutte queste cose? Sei così brava..."Io ho subito risposto: "Tutte le mamme le sanno; fa parte dell'esame per l'abilitazione ad essere mamme. Devi saperle, altrimenti non ti permettono di essere mamma".Abbiamo camminato in silenzio un paio di minuti, mentre lei valutava l'informazione ricevuta..."Ah, ho capito: se ti bocciano, ti tocca essere papà!""Esatto" le ho risposto con un grosso sorriso.

martedì 20 novembre 2012

Ghirlanda natalizia per la porta

Cercavo un progetto semplice semplice per una ghirlanda da mettere all'esterno.
Vicino al cancello le intemperie la fanno da padrone e ci voleva qualcosa non deperibile...
Ho trovato questo progetto delizioso e l'ho messo in atto in 5 minuti.


Occorrente: una gruccia in metallo e 2 metri di nastro natalizio (volendo anche della stoffa in tinta fa la sua porca figura).
E' un progetto che si presta al riciclo: tutti abbiamo in casa le grucce metalliche che i lava a secco ci tornano con i cappotti che abbiamo appena riniziato ad utilizzare, il nastro era un rimasuglio degli addobbi preparati l'anno scorso ma usando la stoffa potete sbizzarrirvi e farne una ghirlanda 4 stagioni!
E' semplicemente bastato aprire e raddrizzare la gruccia con un po' di forza bruta ed astuzia (utilizzare qualcosa di pesante e tondo come il manubrio di un peso per forzare il metallo, ad esempio, mi ha facilitato molto il compito) e infilarci il nastro.
Richiusa la gruccia la ghirlanda era pronta da appendere!
La sera coi suoi brillanti e la luce esterna che la illumina fa la sua figura, figura ecostostenibile e praticamente a costo 0.


sabato 17 novembre 2012

Sono viva...

Sono viva...
Sono in fase riflessiva/ contemplativa/ rigenerativa.
Alle volte è anche bello lasciar spento il pc e dedicarsi alla propria famiglia, al proprio lavoro, alle sporadiche giornate di sole, ai propri hobby... alla vita vera, insomma!
Ma ci sono: mi trovate sui social e nelle vostre stanzette virtuali perchè tento comunque di non sparire del tutto.
E poi meglio qualche diradato post ben strutturato che uno stillicidio quotidiano di ovvietà, non trovate?


sabato 3 novembre 2012

domenica 28 ottobre 2012

Beata ignoranza

Ieri sera a cena da amici -ovviamente dinky (double in no kids yet = 2 stipendi e ancora niente figli)- è stato divertente vedere interagire una 28enne con spirito materno ai minimi registrati e il mio nano 2enne scatenato.
Siamo partiti che alla di lui richiesta di 'SAMAE' (aka salame) lei ribatte 'Ma a 2 anni ha già i denti?'
Abbiamo continuato con 'Ma sa fare le scale?' 'No di solito lo teletrasportiamo al piano superiore'
Malauguratamente gli hanno mostrato il calciobalilla e inutile dire che per 2 ore ha lanciato le palline a destra e a manca.
E finito con all'affermazione di un'altro ospite 'Vedo che il tuo senso materno si sta smuovendo...' e la pronta risposta di Bagigo che -nonostante si rivolgesse ad altro affare calza benissimo- 'AIUTO'

martedì 23 ottobre 2012

In assenza di te...

Sono giorni pesanti... questa maledetta gastroenterite non se ne va!
Mi sembra sadico e inutile aggiornarvi sugli sviluppi...
l'altra notte in 9 ore 11 pannolini cambiati...
mezzo litro di cacca liquida sul divano -non in pelle-...
apatia completa ed il nostro motto è 'Asta la Pippilotta siempre!'
mentre era in braccio vomitino sulle mi mani a coppa e conseguente attimo di smarrimento della serie e mò dove lo butto???
Attività ludiche ridotte a 0, sonno ridotto a 0 ma lavoro al 100%!
Lui sta scomparendo con un ulteriore calo del 5% di peso e io dallo stress mi son ricoperta di brufoli come una giovane adolescente ed ho le occhiaie come una tarda adolescente.
Spero presto di poter ritornare con rutilanti sorprese e fastosità

PS Mi son fatta il lettore e-book che è in viaggio verso questo profondo nord-est

lunedì 15 ottobre 2012

E daje de gastroenterite

Tre mesi fa abbiamo perso mezzo kg (l'8% del peso corporeo) e ci siamo disidratati parecchio...
... chissà questa volta come ci andrà?
Su consiglio del pediatra in casi di vomito ripetuto può essere d'aiuto -per scongiurare una carenza di elettroliti- bere a piccoli sorsi cola con una punta di sale da cucina.
Speriamo di non ritrovarci tutti allettati!

giovedì 11 ottobre 2012

Non sono stato io!

Opera artistica con pennarello lavabile verde su similcotto che Giotto lèvate.
'Bagigio chi ha fatto questo dsìisegno sul pavimento?'
'Cojole'
'Si, ma chi teneva il colore in mano?'
Guarda a destra a sinistra in cerca di suggerimenti 'Dita!'
'Ma di chi erano le dita?'
Guarda a destra a sinistra in cerca di suggerimenti 'Sandro!'
'E quando è entrato in casa il tuo amico Alessandro?'

Ho creato un mostro!

PS: Con uno straccetto ha poi pulito tutto che qui nissun è fess

domenica 7 ottobre 2012

Via in fascia! Mi vesto di bimbo

In occasione dei festeggiamenti per la 44° Barcolana a Trieste, sabato 13 settembre le mamme portatrici del gruppo Portare i bambini su Facebook hanno organizzato un incontro per sensibilizzare su questa antica ma moderna pratica di maternage.
Chiunque volesse partecipare può trovare tutte le info sulla pagina dell'evento.

giovedì 4 ottobre 2012

Mamma, da grande farò...

... l'artista (ritagliatore di professione)!


2 anni e 3 mesi: oggi abbiamo imparato ad usare le forbici

martedì 2 ottobre 2012

Biglietto per la festa dei nonni in 5 minuti

Questa idea l'ho trovata da qualche parte ma non sono in grado di risalire dove, sò di seguire il sito/blog su gfc o twitter ma il post è stato pubblicato alcuni giorni fa e non riesco a trovarlo :'(

Fate fare ai nani un disegno oppure raccattate per casa una delle milioni di opere d'arte cartacee autoprodotte in famiglia.
Delineate il contorno delle mani del bimbo e ritagliate.


Scrivete sul 'palmo' di ogni mano una frase come "Buona festa dei nonni 2012" ma soprattutto "Ti voglio bene tanto così".


Fate una fisarmonica di carta oppure utilizzate la tecnica che vi ho spiegato qui ed unite i due 'palmi'.




Il gioco è fatto!!!

venerdì 28 settembre 2012

Mamma, da grande farò...

...l'assaggiatore (di cetrioli)!


Un minuto di silenzio per la fine della stagionalità di una delle nostre verdure preferite

martedì 18 settembre 2012

Quale scegliere tra i seggiolini auto 9-36 kg?

In auto la sicurezza è una cosa importante!
Mi scandalizzo davanti alla possibilità di comprare su internet l'allaccio delle cinture da tenere inserito nell'apposito alloggiamento per non sentire il bip bip che troppo ricorda il suono del monitor che controlla che sei in vita.
Se poi si tratta della sicurezza dei nostri figli non dovrebbe esistere legge che ci obblighi: le lesioni provocate da uno scorretto assicuramento del bimbo al seggiolino può costare la vita.
Se su altre articoli si può puntare al risparmio sicuramente questo è uno degli ambiti in cui chi tanto spende (al negozio) poco spende (in cure mediche volesse mai il cielo).
Unico modo per risparmiare è concentrare le finanze in due unici seggiolini auto: uno del gruppo 0 0+ (spesso abbinato al passeggino) ed uno del gruppo 9-36 kg.
Con due unici seggiolini ci risolviamo il problema per tutta la vita automobilistica dei nostri nanetti.

Il top di gamma è rappresentato dai seggiolini Kiddy Guardian  e Cybex Pallas e successive evoluzioni.
Sono gli unici che proteggono dagli urti laterali e che hanno il cuscino addominale.
Il cuscino addominale è una barra che si pone di traverso all'altezza dell'addome e permette un'assorbimento graduale dovuto agli urti o alle frenate brusche; la decelerazione viene così distribuita in parte sull'addome ed il torace ed in parte sul collo senza gravare solo su quest'ultimo, struttura che in giovanissima età non è ancora in grado di assorbire forze così importanti.
La gamma di prezzo di questo tipo di seggiolini auto parte dai 250 euro toccando anche vette di 350 euro; non tutte le famiglie possono permettersi una spesa così importante!
Volendo però trovare un compromesso che ci permetta di viaggiare tranquilli senza dover accendere un finanziamento si può ripiegare su marche meno blasonate ma comunque validissime.
Per esempio Nania offre un ottimo seggiolino -il Racer SP- ad una cinquantina di euro.
Anche il modello Neptune della Chicco fa il suo sporco ottimo lavoro per una spesa di poco inferiore ai 100 euro.
Non proteggeranno dagli urti laterali come i colleghi più costosi ma rappresentano comunque una scelta consapevole ed informata.

Inutile che io vi insegni a risparmiare ma con trovaprezzi o dando un'occhiata in giro su offerte e volantini saprete sicuramente coniugare sicurezza e risparmio.
Un'ottima idea potrebbe essere quella di inserire un ottimo seggiolino auto nella lista nascita o -se avete colleghi molto numerosi- comunque farvelo regalare.
Molto utili da sfogliare la guida di Altroconsumo, dell'Aci e di Sicurauto.

Ricordando sempre l'ottima campagna 'Se lo ami legalo' di Genitori crescono vi lascio con un'inquietante crash test che ci fa riflettere su quanto serie possono essere le conseguenze delle nostre azioni di genitore.




lunedì 10 settembre 2012

Muffin cioccolatoserrimi (potenzialmente milk-free)

E' finito il caldo (più o meno) e si può riaccendere il forno.
La colazione del Bagigio e del Marito(zzo) si basa su un principio fondamentale: che sia dolce ma non stucchevole.
Fortunosamente Bagigio è ghiotto di cioccolato fondente e questa combinazione con la cannella, lo zucchero di canna e la farina integrale  è sana e perfetta.
Monoporzionati già in muffin non danno adito a rivendicazioni porzionali di sorta!

Ingredienti:
2 uova grandi
100 ml di olio di semi
200 ml di latte
100 gr di farina 00
100 gr di farina integrale
25 gr di cacao amaro
1 cucchiaio di lievito in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
115 gr di zucchero di canna
125 gr di cioccolato fondente
Per guarnire:
50 gr di cioccolato fondente
4 cucchiai di latte

Hanno un che di etereo, nevvero?

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 200°C e foderare con i pirottini uno stampo da 12 muffin.
Sbattere le uova con l'olio fino a renderle spumose, aggiungere il latte.
Mescolare le farine, il lievito, la cannella, il cacao, il lievito e il cioccolato fondente.
Mescolare gli ingredienti solidi con i liquidi e adagiate il composto negli stampi.
Infornare per 20 minuti o fino a che i muffin non siano soffici e morbidi.
Una volta intiepiditi i muffin passare 15 secondi a massima potenza nel micro fondente e latte; mescolare bene e spalmare sui muffin.

Opzione milk-free: sostituire il latte vaccino con del latte di vegetale (magari quello di mandorla non ci starebbe male).




sabato 25 agosto 2012

Al cinema "Travolti dalla cicogna"

Sono incappata in questo film aspettandomi una delle solite commedie leggere che parlano della maternità ed invece ho scoperto un piccolo capolavoro-ritratto della genitorialità.
Quando un figlio voluto ti svuota e mette in discussione tutte le certezze e i capisaldi della tua vita.
Una protagonista impersonata da Louise Bourgoin (m'informerò su altre sue performance tra cui famosa l'apparizione come protagonista in Adèle e l'enigma del faraone) in cui praticamente tutte possiamo riconoscersi.
Si ride, ci si immedesima e anche un po' si riflette... in quel giusto mix di dolce e salato che amo trovare nei libri (la trama deriva da un romanzo di Eliette Abécassis) e nei film.
Una maternità che dimostra anche il rovescio della medaglia oltre le notti insonni ed il fisico che non sarà più quello di prima.
Vi lascio con il trailer e con un paio di passi che mi hanno colpito.

Oramai la mia vita non mi apparteneva più; ero solo un'abisso, un vuoto, un nulla... oramai ero madre!
Per lei avevo messo tutto in discussione, lei aveva sconvolto la mia vita.
Mi aveva messo alla prova duramente, mi aveva fatto superare tutti i miei limiti.
Mi aveva fatto confrontare con l'assoluto, dell'amore, del sacrificio, della tenerezza, dell'abbandono.
Mi aveva smembrata, mi aveva trasformata
 Perché allatto? Perché sono un mammifero!
Il mio seno era diventato un luogo di passaggio: cucito, scucito e ricucito, ma mai veramente cicatrizzato.

mercoledì 15 agosto 2012

Mini cheese-cake in 5 minuti

First of all: Buon ferragosto.
Oggi vi giro un'idea rapidissima che al compleanno del Bagigio ha riscosso un certo successo.
Nell'ottica di minimo impegno-massimo risultato mi son inventata su due piedi questa ricettina.

Ingredienti
2 confezioni di biscotti ai cereali
1 confezione di panna da montare
1 confezione di formaggio spalmabile
essenza di vaniglia
zucchero a velo qb
confetti di cioccolato qb

Preparazione
Montare con la planetaria o lo sbattitore elettrico la panna e l'essenza di vaniglia, amalgamare -senza smontare- il formaggio molle con movimenti dal basso verso l'alto e regolare di zucchero a piacere.
Far riposare il composto in frigo un paio d'ore.
Con una sacca a poche o con un leccapentola depositare la crema su ogni biscotto e guarnire con un confettino.


Le varianti sono infinite...
Potete aggiungere qualche ingrediente alla crema come del cioccolato fuso o un po' di caffè.
Per guarnire può sicuramente fare il suo bell'effetto anche una fettina di frutta o della frutta secca.


martedì 7 agosto 2012

Premio cuore di mamma

Eu di 'Tre cuori di mamma' e Libera di dire 79 de 'I Giarma' hanno deciso, vostro malgrado, di premiarmi con quest'iniziativa ideata da Puffola.
Basta esporre il banner, raccontare un'aneddoto e passare il premio a 10 blogger per partecipare... minimo sforzo e massime risate!

Molto probabilmente tante colleghe lo avranno già ricevuto ma ci tengo lo stesso a consegnarlo a:
A casa con la mamma
A prova di mamma
Apprendista mamma
Ballando con Sofia
Bimbabella e gemelli: la mia tribù
Cioccomamma
Cuore di mamma
Mammataua
Sono solo un po' distratta
Storie di Tatini
Bagigio non parla ancora molto per cui le sue furbizie sono ancora limitate... tuttavia sta imparando fin troppo velocemente!
La maggior parte delle cose la ottiene sbattendo le sue lunghe ciglia bionde, sorridendo e dicendo un candido 'SI'... succede che si è al mare e vede in lontananza un bel canottino occupato da un bimbo e trainato dalla madre.
Si avvicina prendendola mooooolto alla larga fino ad arrivare a toccare il canotto, la gentilissima signora gli chiede se vuole salire e lui spara il suo classico 'SI'!
Le dimensioni dell'imbarcazione erano predisposte per ospitare un solo nano alla volta quindi il legittimo proprietario, vista la scomodità della nuova disposizione, chiedere di scendere così quest'infame di figlio che mi ritrovo ha ottenuto di farsi spingere su un canotto non nostro senza nemmeno pagare il noleggio.
Per compensare le limitate capacità linguistiche dell'unico nano di famiglia vi giro un racconto di famiglia ormai diventato un classico ever green.
Il primo giorno di scuola del primo anno di elementari la maestra fa il giro di presentazione con tutti i bimbi anche perchè il comune aveva due asili quindi non ci si conosceva tutti.
Arrivato il mio turno ho esordito con:
"Maestra, io sono futura mammasuperabile e non so tutto... ma quasi!"
Giusto per fargli capire sin da subito il mood che tirava con me.
Inutile dirvi che la storia è tra le preferite dei mie familiari nelle cene con nuovi conoscenti...

PS Per la cronaca io veramente ho una gran memoria tanto che mia zia mi chiama mammasuperabilpedia!

domenica 5 agosto 2012

Attività Montessori - Appaiamento di colori

Uno dei giochi montessoriani più classici è l'accoppiamento dei colori... nel web si trovano molti bei progetti con mollette, mattoncini e sostanzialmente qualsiasi ciarpame trovato in casa.
Noi abbiamo deciso di riciclare una scatola di cartone che conteneva 10 uova e alcuni mattoncini di duplo che, per la loro multicolorità, si prestavano particolarmente.
E' bastato colorare ogni singolo portauovo con il colore del mattoncino per avere un gioco semplice e istruttivo e volendo anche da viaggio.




Inutile dire che per ora Bagigio ignora il tutto e non fa altro che rovesciare il portauova per usare i mattoncini alla solita maniera!

mercoledì 1 agosto 2012

Un caso più unico che raro -ma forse anche no-

Ho appena fatto una cosa brutta per essere una buona mamma... ma una cosa buona per essere una buona amica!
Ho 'abbandonato' il nano un pomeriggio dalla Nonna Mimi e l'ho passato con un amico.
E. lavorava con Marito(zzo) ma ora è stato spostato nel mio reparto quindi la nostra amicizia è già collaudata da 5 anni.
Ha deciso di mollare la morosa perchè lei, nonostante i suoi 35 anni, non vuole ancora impegnarsi e costruire un progetto che implichi un futuro più prossimo del 'cosa facciamo questo fine settimana?'.
E. ha i classici desideri da stereotipo donna 35enne solo che è un'uomo.
Fa fatica a trovare una compagna con cui costruirsi una famiglia.
Mi dice che il suo più grande desiderio è avere dei figli da amare e cui trasmettergli i suoi valori...
Mi dice che il suo più grande desiderio è tornare a casa dal lavoro e trovare qualcuno che lo aspetti, qualcuno cui raccontare come è andata la giornata...
Possibile che per un bell'uomo colto e simpatico con un lavoro stabile sia così difficile trovare una donna che abbia i suoi stessi desideri???
Dice di invidiarmi, anche se gli avevo appena confidato uno dei tanti litigi e motivi di scontro tra me e il Marito(zzo), e sinceramente posso capirlo.
Cosa sarebbe la mia vita senza i miei uomini?
Avrei più tempo per leggere.
Avrei più tempo per uscire con gli amici.
Avrei più tempo per depilarmi.
Avrei più tempo per guardare la tv.
Avrei più tempo per andare in palestra.
Avrei più tempo per pensare a quel qualcosa che mi manca... quel qualcosa chiamata famiglia!

domenica 29 luglio 2012

Il mio abito da sposa


Un'idea simpatica per condividere ancora qualche informazione e qualche emozione insieme viene dalla grandiosa MadreCreativa che, sulla scia di un noto programma televisivo scovaperfettoabitodasposa, ci propone di raccontare qualcosa delle nostre nozze e del nostro vestito.


Sin da piccina per me il matrimonio doveva essere una festa spensierata... m'immaginavo tanti amici e tanti parenti: praticamente una sagra di paese con menù pane-latteria-salame-vino rosso.
Siamo persone semplici e dai gusti non obbligatoriamente raffinati e quindi il nostro abbigliamento ha rispecchiato il clima gioviale e bonaccione della nostra cerimonia.
Non desideravo un ricco vestito alla Lady D ma qualcosa di blandamente colorato.
E' stata un'impresa perché non potevo dire che mi sposavo altrimenti le commesse facevano una faccia lol e ho mentito spacciandomi per la testimone.
Ho indossato un tubino appena sotto il ginocchio di seta plissettata color perla... era maggio e il tempo poteva assumere svariate sfumatura di temperatura (inoltre a me hanno insegnato che non si va in chiesa con le spalle scoperte) per cui ho optato per una casacca sui toni del grigio e del beige per coprirmi.
Un paio di open-toe crema tacco 8 hanno completato il tutto.
Mi sentivo bella, a mio agio, comoda... uno stile che mi rispecchia!
Con un abito con più fronzoli mi sarei sentita impacciata e meno disinvolta: sarei stonata nel nostro buffet-aperitivo organizzato in uno splendido agriturismo-fattoria didattica!
Penso di essere uno dei pochi casi di cerimonia in cui la sposa spende un terzo del budget utilizzato dallo sposo... il Bagigio ha manifestato il suo disappunto durante la celebrazione tentando di strozzarmi con il filo di perle!




lunedì 23 luglio 2012

Mamma mia che settimana!

Una settimana veramente pessima, quella che è appena passata.
Lunedì ultimo giorno di malattia con conseguente stress da sovraesposizione nanesca.
Martedì ho dovuto fermarmi fino all'una di mattina al lavoro per un intervento urgente.
Mercoledì ho litigato furiosamente con un chirurgo (ricordate che per quanto uno sia luminare senza chi prende sù per terra a fine turno, chi prepara il paziente,... non riesce a fare nulla da solo).
Giovedì sono rimasta bloccata in ascensore per un'oretta causa malfunzionamento.
Venerdì ho perso il portafoglio ad una sagra di paese ma INSPERABILMENTE me l'hanno restituito con tutti i 45 euro contenuti.
Sabato festa del Bagigio... bene ma uno stress la preparazione.
Domenica compleanno di una cugina con pubblic relations familiari annesse.
Spero questa settimana volga al meglio!!!

martedì 17 luglio 2012

Preparazione per la festa-bagigia 2

Ho perso la fotocamera... ma la casa ruba la casa ritorna, dicono e io sono SICURA che Marito(zzo) ha visto le foto al mare di martedì scorso quindi la macchina è in questa casa!

In attesa di quelle foto che servono a preparare ben 3 post vi giro le idee per la festa del 2ndo genetliaco del nano.
Sarà ancora una festa con pochi nani ma molti adulti e quindi, soprattutto il menù, fortemente influenzato da ciò.

Addobbi





Adoro questa soluzione anche se sarà difficile trovare palloncini con quelle forme e quei particolari colori.






Cibo salato

Con la pistola spara-biscotti pensavo di preparare la base per delle veloci pizzette... se c'è una cosa che odio è lavorare col mattarello!





Lecca-lecca al parmigiano




Bocconcini di sfoglia con wurstel







Muffin salati al prosciutto e formaggio








Muffin salati alla salsiccia e funghi




Cibo dolce

Pensavo di utilizzare come base dei biscotti digestive e sopra metterci una crema leggere tipo questa (utilizzata sopra la torta) e finire con un pezzetto di frutta.

Spiedini di frutta a cui magari sbattere sopra un po' di cioccolato fatto fondere al micro mentre gli ospiti suonano il campanello.

Una torta di pasticceria scanso equivoci e imprevisti ;P

Beveraggi

Acqua, coca e fanta of course.
Un cocktail analcolico alla frutta magari mescolando succo di pompelmo, ananas e arancia rossa.
Una caraffa di spriz Aperol, tipico del friuli composta di vino secco mosso, acqua frizzante e Aperol.

Si ringrazia per le ispirazioni sparse
Mammafelice
Araba felice
Quando fuori piove
Misya info
Gnam gnam